Progetto Attenzione in gioco – Infanzia L’Aquilone

ATTENZIONE IN GIOCO

 

Inizia così ogni incontro del progetto ATTENZIONE IN GIOCO.

Potenziare le abilità di attenzione e di concentrazione nella scuola dell’infanzia, significa fornire ai bambini alcuni “strumenti” essenziali per vivere serenamente il contesto scolastico ma anche extrascolastico.  L’attenzione infatti è una funzione cognitiva necessaria all’esecuzione di tutte le attività quotidiane.

Questo progetto coinvolge insegnanti del plesso ed alcuni bambini al secondo anno di frequenza della scuola ed ha come obiettivi:

  • Stimolare l’attenzione e la capacità di mantenerla per portare a termine un compito
  • Favorire un buon controllo del comportamento in particolare delle risposte impulsive (aspettare/prendere tempo), inibire la risposta affrettata
  • Potenziare la memoria di lavoro

Presentiamo di seguito alcuni semplici esempi delle attività proposte

MAGICA RANA

In questo gioco i bambini interpretano ruoli diversi: folletti giocatori, folletto Direttore e folletto arbitro.

I Folletti Giocatori compiono movimenti diversi riferiti ai disegni assegnati, rana o foglia, ognuno di loro deve riuscire ad ascoltare attentamente il folletto direttore che nomina ad alta voce delle figure, circa 10 per scheda, devono muoversi quindi solo quando sentono il nome della propria figura, controllando l’impulso a reagire in automatico e ricordare quale movimento devono fare.

Il Folletto Arbitro verifica se i folletti giocatori rispondono correttamente.

Dopo due schede, si cambia ruolo, a turno tutti saranno Folletto Giocatore, Direttore e Arbitro. Grazie a questa attività i bambini allenano soprattutto l’inibizione, ovvero la capacità cognitiva che ci consente di focalizzarci sugli stimoli utili e controllare le risposte impulsive, oltre a esercitare l’attenzione e la memoria.

GLI AEREI

In palestra tre bambini effettuano una serie di spostamenti all’interno di una scacchiera formata da cerchi sul pavimento: solo due di essi indossano un mantellino per simulare un aereo.

I bambini che osservano  devono ricordarsi dell’ultimo posto in cui sono atterrati solo “gli aerei” posizionando il mantellino nel cerchio corrispondente.

In questo gioco è stimolata particolarmente la memoria di lavoro visuo- spaziale. Come nel gioco”Magica rana”, anche in questo si realizza un continuo scambio di ruoli che stimola  la flessibilità dei bambini e li spinge a mantenere sempre viva l’attenzione.